Loading cart contents...
View Cart Checkout
Cart subtotal:

Ultima Ora

Segui le storie del Gatto più social d'Italia

20 hours ago

Gatto Morto

Questa vita è una galera lo si vede dall’ombra delle sbarre sulla mia pelle nuda. ... Vedi di piùVedi di meno

Questa vita è una galera lo si vede dall’ombra delle sbarre sulla mia pelle nuda.

 

Commenta su Facebook

Mah, se hai coraggio scappa

Sì, sì, si vede!

Ma quegli occhi verdi.... effetto lenti a contatto?

Non solo la galera.... anche la compagna di cella là dietro che non promette nulla di buono!

Hem ...

Ma l aliena ha le cuffie per non sentire le lamentele del prigioniero...

Pelle nuda.... 'desso, no stemo esagerare!

Smettila de fa' er piacione😎....non stai morendo più e quindi non leggo più neanche l'ispettore e il suo sottoposto..... fai qualcosa, fai il tuo dovere di gattomorto, per dinci!!!

Amoreee!!

Che pelle folta e lunga...

In gatta-buia😲

Che bel prigioniero.....

Non sei nudo, bensì tutto circondato di peli!

Gatto spettacolo 😍

+ View more comments

3 days ago

Gatto Morto

Il mio omaggio a Notre Dame l'ho dettato a
"le gros homme qui me nettoie le cul" alcuni mesi fa, perché io tutto so.

"Un giorno il Gatto Morto si trovava nella zona di Parigi dove i negozi sono ancora minuscoli e profumano di antico, dove le strade sono strette e senti sempre profumo di lavanda; dove non si usano le carte di credito. Dall’Île Saint-Louis, se guardi da una parte, vedi la Senna arrivare verso di te, se ti volti, vedi Notre-Dame. Lì si trovava una piccola bottega artigiana dove il Gatto Morto avrebbe tanto voluto comprare delle scarpe su misura, se solo avesse avuto i piedi. Il profumo della pelle di vitellino conciata nella valle del Rodano raccontava morbidezza e resistenza. Di fianco al cordonnier c’era un minuscolo negozio pieno di piccoli oggetti antichi, come argenteria e tazzine in bone China, che è una porcellana preziosa contenente un’alta percentuale di cenere d’ossa di animale, quindi di fosfato di calcio (e il Gatto Morto conosceva bene quel profumo) ottimo per abbassare il punto di vetrificazione dell’impasto e rendere il prodotto unico. Tutta roba venduta al
mercante dai figli di qualche nobile decaduto per poter tirar su pochi franchi e lasciare che lui, paziente, attirasse nella sua rete minuta qualche ricco turista con gusti particolari o qualche citoyen amante del passato che non torna più. Un giorno il Gatto Morto entrò e incrociò lo sguardo del proprietario, un signore dal naso aguzzo e gli occhiali dalla montatura ardita, ben vestito, seduto dietro a un tavolino, intento a visionare un orologio da taschino che aveva aperto e il cui meccanismo continuava a muoversi con un suono appena percettibile nel silenzio del locale. Si scambiarono un sorriso e il Gatto Morto iniziò a guardarsi in giro mentre l’omino tornò a concentrarsi sull’orologio.
«Se vede qualcosa che le interessa mi chieda pure», disse. «Grazie», rispose il Gatto Morto. «Monsieur...?» «Lafitte», disse l’altro alzando gli occhi per un momento. «Piacere», sorrise il Gatto Morto voltandosi di nuovo ver-
so la vetrina piena dei calici di cristallo di Boemia che stava visionando con attenzione. Il negozio non consentiva ampie falcate ma solo minimi spostamenti laterali da effettuarsi con grande cautela. Per il felino non fu un problema e Lafitte si sentiva molto più tranquillo di quando entravano quelle coppie di americani giganteschi con le camicie a fiori e i cappelli da gondoliere veneziano. Il Gatto Morto vide un bel porta- sigarette d’argento, lo prese in mano, lo studiò e continuò a guardarsi intorno in cerca di altro. Ora stava analizzando un soprammobile di ebano a forma di uovo, davvero elegante. Mise una Gauloises nell’oggetto che teneva in mano, lo richiuse e lo ripose in tasca tenendo gli occhi fissi sul ripiano sul quale c’erano anche delle statuette etrusche. Andò da Lafitte e gli chiese quanto costassero quelle ombre nere lunghe che lo avevano affascinato durante il suo viaggio in Italia e che non pensava di trovare lì.
«Ottomila franchi», disse l’uomo. «Sono pezzi rari, arrivano dalla collezione del duca d’Alembert.»
«Un buon prezzo», disse il Gatto Morto. Lafitte sorrise soddisfatto, capì che con quel gatto ci si poteva intendere. «E complimenti per quella teiera Giorgio III, di grande classe e pregio.»
«Lei se ne intende», disse Lafitte.
Il Gatto Morto mosse qualche passo verso la vetrina e la guardò dall’interno. Poi con voce molto bassa e con ritmo molto rallentato disse, avviandosi verso la porta: «Tornerò certamente con maggiori intenzioni».
Lafitte lo fissò e alzò una mano verso di lui.
«Mi scusi!» disse. «Il portasigarette.»
Il Gatto Morto fece un’espressione poco sorpresa.
«Quale portasigarette?»
«Quello che ha in tasca», disse Lafitte. «Dovrebbe lasciarlo
qui.»
Il Gatto Morto prese l’oggetto d’argento, lo aprì, tirò fuori
la sigaretta che conteneva e se l’accese con un fiammifero.
«E perché mai?» disse.
«Ma perché è mio, ovviamente», ribatté Lafitte muovendo
la mano per allontanare il fumo che il felino gli aveva sbuffato in viso.
«Non ricordo di averle ceduto il mio portasigarette d’argento appartenuto allo zar Alessandro, nel quale da sempre conservo le poche cicche che il medico mi consente di fumare e che mi fu dato da mio padre in punto di morte», disse il Gatto Morto senza espressione.
«Ma quell’oggetto è mio», ribadì ad alta voce Lafitte. «Lei lo ha preso dal tavolino nell’angolo e ora vuole dimostrare che sia suo. Io chiamo la Gendarmeria!»
«Faccia pure», disse il felino, tirando una bella boccata e accomodandosi sulla poltroncina d’angolo, «sono curioso di vedere come dimostrerà la sua storia.»
«Mi basterà dire che è mio», replicò Lafitte mentre com- poneva il numero.
«Non si preoccupi, sarà anche la mia versione.» Il Gatto Morto si era piegato in avanti leccandosi l’ano, mentre pronunciava queste parole. «Mi trovo bene qui. Ha del tonno? Del salmone? In casa di un gentiluomo non dovrebbero mai mancare tonno o salmone.»
Lafitte si sedette e capì che la situazione non si sarebbe risolta facilmente. Tenne la cornetta ferma a mezza altezza, senza terminare di comporre il numero della Gendarmeria. Guardò il gatto e si appoggiò allo schienale della sedia Luigi XVI che usava ormai da molti anni. La gente passava lungo la stradina, da destra a sinistra, da sinistra a destra, nella luce del tramonto di marzo. Qualcuno guardava dentro. Una signora elegante e la bambina al suo fianco si erano affacciate con uno sguardo estasiato. Stavano fissando la poltrona col gatto sopra. Un peloso, morbido, austero, gigante gattone siberiano in attesa di coccole. Entrarono. La piccola si avvicinò al felino e lui si lasciò accarezzare. La signora acquistò una pendola bavarese in contanti, dando istruzioni sulla spedizione. Quando uscirono la bimba era triste ma la signora le promise che sarebbero tornate da quel gattone puccioso.
Una volta che il campanellino segnalò la chiusura della porta, Lafitte chiese al Gatto Morto: «Gradisce anche un tè?»
Lui nel frattempo si era acciambellato su se stesso e teneva il mento appoggiato sulle mani. «Con piacere», rispose.
Lafitte nel retro e preparò un piattino con quegli sfilaccetti di salmone norvegese che si faceva arrivare da Bergen ogni mercoledì. Mise in infusione una manciata di Da Hong Pao in acqua bollente e dopo qualche minuto si avvicinò al Gatto Morto con un vassoio e una seggiola per sé. Versò il tè e mangiò un crostino al salmone mentre l’altro si leccava i baffi.
«Sa, caro Lafitte, in verità le dico che questa isoletta mi piace. Non ero certo di voler cambiare quartiere quando sono uscito di casa stamane ma ora potrei farci un pensierino, anche solo per qualche tempo.»
«Il mercato del pesce non è distante», disse Lafitte, «e qui non si soffre l’umido, siamo rialzati, come vede, e ben isolati. Devo proteggere i miei oggetti preziosi.»
I due sorseggiarono il tè e mangiarono tutti gli sfilaccetti. Una signora vide il Gatto Morto nella vetrina e trascinò nel negozio il marito riottoso. Prima di lasciarsi accarezzare da lei il felino fece il gesto di riporre il portasigarette in tasca, guardando Lafitte negli occhi. L’uomo lo fissò a sua volta e annuì, mentre proponeva al nuovo cliente australiano un intero servizio di porcellane viennesi. Il Gatto Morto iniziò a fare le fusa più vibranti e magnetiche che orecchio umano avesse mai potuto sentire.

da - amzn.to/2ztB4cG
... Vedi di piùVedi di meno

Il mio omaggio a Notre Dame lho dettato a
le gros homme qui me nettoie le cul alcuni mesi fa, perché io tutto so.

Un giorno il Gatto Morto si trovava nella zona di Parigi dove i negozi sono ancora minuscoli e profumano di antico, dove le strade sono strette e senti sempre profumo di lavanda; dove non si usano le carte di credito. Dall’Île Saint-Louis, se guardi da una parte, vedi la Senna arrivare verso di te, se ti volti, vedi Notre-Dame. Lì si trovava una piccola bottega artigiana dove il Gatto Morto avrebbe tanto voluto comprare delle scarpe su misura, se solo avesse avuto i piedi. Il profumo della pelle di vitellino conciata nella valle del Rodano raccontava morbidezza e resistenza. Di fianco al cordonnier c’era un minuscolo negozio pieno di piccoli oggetti antichi, come argenteria e tazzine in bone China, che è una porcellana preziosa contenente un’alta percentuale di cenere d’ossa di animale, quindi di fosfato di calcio (e il Gatto Morto conosceva bene quel profumo) ottimo per abbassare il punto di vetrificazione dell’impasto e rendere il prodotto unico. Tutta roba venduta al
mercante dai figli di qualche nobile decaduto per poter tirar su pochi franchi e lasciare che lui, paziente, attirasse nella sua rete minuta qualche ricco turista con gusti particolari o qualche citoyen amante del passato che non torna più. Un giorno il Gatto Morto entrò e incrociò lo sguardo del proprietario, un signore dal naso aguzzo e gli occhiali dalla montatura ardita, ben vestito, seduto dietro a un tavolino, intento a visionare un orologio da taschino che aveva aperto e il cui meccanismo continuava a muoversi con un suono appena percettibile nel silenzio del locale. Si scambiarono un sorriso e il Gatto Morto iniziò a guardarsi in giro mentre l’omino tornò a concentrarsi sull’orologio.
«Se vede qualcosa che le interessa mi chieda pure», disse. «Grazie», rispose il Gatto Morto. «Monsieur...?» «Lafitte», disse l’altro alzando gli occhi per un momento. «Piacere», sorrise il Gatto Morto voltandosi di nuovo ver-
so la vetrina piena dei calici di cristallo di Boemia che stava visionando con attenzione. Il negozio non consentiva ampie falcate ma solo minimi spostamenti laterali da effettuarsi con grande cautela. Per il felino non fu un problema e Lafitte si sentiva molto più tranquillo di quando entravano quelle coppie di americani giganteschi con le camicie a fiori e i cappelli da gondoliere veneziano. Il Gatto Morto vide un bel porta- sigarette d’argento, lo prese in mano, lo studiò e continuò a guardarsi intorno in cerca di altro. Ora stava analizzando un soprammobile di ebano a forma di uovo, davvero elegante. Mise una Gauloises nell’oggetto che teneva in mano, lo richiuse e lo ripose in tasca tenendo gli occhi fissi sul ripiano sul quale c’erano anche delle statuette etrusche. Andò da Lafitte e gli chiese quanto costassero quelle ombre nere lunghe che lo avevano affascinato durante il suo viaggio in Italia e che non pensava di trovare lì.
«Ottomila franchi», disse l’uomo. «Sono pezzi rari, arrivano dalla collezione del duca d’Alembert.»
«Un buon prezzo», disse il Gatto Morto. Lafitte sorrise soddisfatto, capì che con quel gatto ci si poteva intendere. «E complimenti per quella teiera Giorgio III, di grande classe e pregio.»
«Lei se ne intende», disse Lafitte.
Il Gatto Morto mosse qualche passo verso la vetrina e la guardò dall’interno. Poi con voce molto bassa e con ritmo molto rallentato disse, avviandosi verso la porta: «Tornerò certamente con maggiori intenzioni».
Lafitte lo fissò e alzò una mano verso di lui.
«Mi scusi!» disse. «Il portasigarette.»
Il Gatto Morto fece un’espressione poco sorpresa.
«Quale portasigarette?»
«Quello che ha in tasca», disse Lafitte. «Dovrebbe lasciarlo
qui.»
Il Gatto Morto prese l’oggetto d’argento, lo aprì, tirò fuori
la sigaretta che conteneva e se l’accese con un fiammifero.
«E perché mai?» disse.
«Ma perché è mio, ovviamente», ribatté Lafitte muovendo
la mano per allontanare il fumo che il felino gli aveva sbuffato in viso.
«Non ricordo di averle ceduto il mio portasigarette d’argento appartenuto allo zar Alessandro, nel quale da sempre conservo le poche cicche che il medico mi consente di fumare e che mi fu dato da mio padre in punto di morte», disse il Gatto Morto senza espressione.
«Ma quell’oggetto è mio», ribadì ad alta voce Lafitte. «Lei lo ha preso dal tavolino nell’angolo e ora vuole dimostrare che sia suo. Io chiamo la Gendarmeria!»
«Faccia pure», disse il felino, tirando una bella boccata e accomodandosi sulla poltroncina d’angolo, «sono curioso di vedere come dimostrerà la sua storia.»
«Mi basterà dire che è mio», replicò Lafitte mentre com- poneva il numero.
«Non si preoccupi, sarà anche la mia versione.» Il Gatto Morto si era piegato in avanti leccandosi l’ano, mentre pronunciava queste parole. «Mi trovo bene qui. Ha del tonno? Del salmone? In casa di un gentiluomo non dovrebbero mai mancare tonno o salmone.»
Lafitte si sedette e capì che la situazione non si sarebbe risolta facilmente. Tenne la cornetta ferma a mezza altezza, senza terminare di comporre il numero della Gendarmeria. Guardò il gatto e si appoggiò allo schienale della sedia Luigi XVI che usava ormai da molti anni. La gente passava lungo la stradina, da destra a sinistra, da sinistra a destra, nella luce del tramonto di marzo. Qualcuno guardava dentro. Una signora elegante e la bambina al suo fianco si erano affacciate con uno sguardo estasiato. Stavano fissando la poltrona col gatto sopra. Un peloso, morbido, austero, gigante gattone siberiano in attesa di coccole. Entrarono. La piccola si avvicinò al felino e lui si lasciò accarezzare. La signora acquistò una pendola bavarese in contanti, dando istruzioni sulla spedizione. Quando uscirono la bimba era triste ma la signora le promise che sarebbero tornate da quel gattone puccioso.
Una volta che il campanellino segnalò la chiusura della porta, Lafitte chiese al Gatto Morto: «Gradisce anche un tè?»
Lui nel frattempo si era acciambellato su se stesso e teneva il mento appoggiato sulle mani. «Con piacere», rispose.
Lafitte nel retro e preparò un piattino con quegli sfilaccetti di salmone norvegese che si faceva arrivare da Bergen ogni mercoledì. Mise in infusione una manciata di Da Hong Pao in acqua bollente e dopo qualche minuto si avvicinò al Gatto Morto con un vassoio e una seggiola per sé. Versò il tè e mangiò un crostino al salmone mentre l’altro si leccava i baffi.
«Sa, caro Lafitte, in verità le dico che questa isoletta mi piace. Non ero certo di voler cambiare quartiere quando sono uscito di casa stamane ma ora potrei farci un pensierino, anche solo per qualche tempo.»
«Il mercato del pesce non è distante», disse Lafitte, «e qui non si soffre l’umido, siamo rialzati, come vede, e ben isolati. Devo proteggere i miei oggetti preziosi.»
I due sorseggiarono il tè e mangiarono tutti gli sfilaccetti. Una signora vide il Gatto Morto nella vetrina e trascinò nel negozio il marito riottoso. Prima di lasciarsi accarezzare da lei il felino fece il gesto di riporre il portasigarette in tasca, guardando Lafitte negli occhi. L’uomo lo fissò a sua volta e annuì, mentre proponeva al nuovo cliente australiano un intero servizio di porcellane viennesi. Il Gatto Morto iniziò a fare le fusa più vibranti e magnetiche che orecchio umano avesse mai potuto sentire.

da - amzn.to/2ztB4cGImage attachment

 

Commenta su Facebook

Te lo ripeto questo pezzo fa molto Il maestro e Margherita. Top

Pagine bellissime, le prime che ho letto

Bellissimo, ma odio la parola puccioso. Stona totalmente con il resto del racconto!

Una delle tue storie da me preferite Sire 😻

Bellissima storia!😮

Bellissima storia, Maestà😊

Bellissima storia

💝

💖

Monsieur gatto morto, escuses moi, a 14 anni ho letto Notre Dame de Paris di Victor Hugo in italiano, a 18 l'ho letto in francese. Poi ho visto il musical di Riccardo Cocciante versione originale live e 2 anni fa il remake. Ho il cuore che 😢 😢 😢 😢

Questa storia oggi è ancora più bella <3

Maestà 👑 epico è il suo gesto del "riporre il portasigarette"....

Le fitte dalle risate, coltissimo monsieur chat mort

Il primo racconto per il quale ho iniziato a seguirvi sempre Sire! Grazie per la Vs amicizia già da allora !

Se non ricordo male è inserita nel libro che ho comprato a Natale vero?

Woooow 😲

Una gran bella storia. Grazie ❤️

+ View more comments

1 week ago

Gatto Morto

IL TRAILER NELLE STORIES!
#pets2
#vitadaanimali
#adv @universalpicturesita
... Vedi di piùVedi di meno

IL TRAILER NELLE STORIES!
#pets2
#vitadaanimali 
#adv @universalpicturesita

 

Commenta su Facebook

Ma non sarai mica morto?

Senza pudore😂

#ehggià

In effetti...

Eh già... durissima!😂😂😂😂

Dura la vita, detto da te che sei sempre morto, suona un tantino inusuale

Che vitaccia.... Poverino. Mi verrebbe voglia di chiamare la protezione animali 😢😢😢😢

Bellissimi 🤣

Durissima!!!

La vita è dura ma....la tua è durissima!!!!

Coraggio ce la potete fare 😂😂😂

+ View more comments

1 week ago

Gatto Morto

Non dimenticate che qui amzn.to/2ztB4cG ci sono due DETECTIVE STORIES che hanno ME come protagonista.

Firmato: il decapitato.
... Vedi di piùVedi di meno

Non dimenticate che qui https://amzn.to/2ztB4cG ci sono due DETECTIVE STORIES che hanno ME come protagonista.

Firmato: il decapitato.

1 week ago

Gatto Morto

Storie, dalla pagina Instagram di ME MEDESIMO: www.instagram.com/gatto._.morto ... Vedi di piùVedi di meno

 

Commenta su Facebook

L'emblema della simbiosi perfetta fra Re e skiavo....Devo precisare che, naturalmente, il Re sei tu??? Non credo....

anche il mio Chicco mi ha addestrata bene . generalmente non mi si fila però sta sempre dove sono io . Quando vuole qualcosa , mi fissa allora gli chiedo : vuoi la pappa ? Se è si mi dice miaaooo ! Se vuole andare fuori ,si mette davanti alla porta e io gli chiedo : vuoi andare giù ? E lui si mette dritto sulla porta .......da notare ? Che io abito al 5 piano .vabbe' c'è l'ascensore ma a volte vuole scendere a piedi e se non riesco a bloccarlo schizza via . però è molto buono ed io gli voglio molto bene 😂

Obbediente ma fastidiosamente vicino . SfiorarLe una zampina , orrore !

Pensa che la siberiana non mi bastava come padrona....mi sono accollata una shiba 😂😂😂. Ora giro per Roma con catene agli arti e un qrcode tatuato sulla fronte 😬

Celeste è questa corrispondenza di pellicciosi sensi... ottimo lavoro Sire.

Lo guarderei per ore

Com’è addestrato bene CCMPC!!!

🙀

... fantastico addestramento, sire!

Uno skiavo modello!! Bravo Sire, lo avete addomesticato bene ❤️

+ View more comments

1 week ago

Gatto Morto

Storie, dalla pagina Instagram di ME MEDESIMO: www.instagram.com/gatto._.morto ... Vedi di piùVedi di meno

 

Commenta su Facebook

Chi fa le fusa. tu o il tuo skiavo???

M’inchino 🤩

Insisto: deve essere il dopo barba al salmone nano norvegese, sfilettato nelle notti di luna piena

Sempre bellissimo.

Cos'hai mangiato cos'hai mangiato? no no non mi piace! 😻😻😻😻😻😻😻😻

.... ma proprio in fondo fondo fondo... Suppongo.

Che onore vederla in tutta la sua vivezza, grazie Sire

Sire, sono tramortita dalla Vostra beltà. Più che prostrata sono stramazzata 💕

Gatto Morto, pensi che non abbiamo sentito che fai le fusa al tuo skiavo? Sotto quel cinico manto di pelo si nasconde un gran tenerone, dillo!

+ View more comments

1 week ago

Gatto Morto

Storie, dalla pagina Instagram di ME MEDESIMO: www.instagram.com/gatto._.morto ... Vedi di piùVedi di meno

 

Commenta su Facebook

Mario Contarini

GM, spero che tu non soffra di aerofagia altrimenti, dopo Gatto Morto, potremmo avere "skiavo morto"!!!!

Ma....GM sta facendo le fusa o è meglio se prenoto una visita dall'otorino???? 🤔😂

Sire, regale come sempre ❤️

Un classico...😂😂😂

Severo ma giusto, come si addice al Sire

Loro hanno sempre ragione.

... occhio per occhio ... si ... insomma ...

+ View more comments

1 week ago

Gatto Morto

... Vedi di piùVedi di meno

 

Commenta su Facebook

😂😂😂

GM, tu sei sempre avanti, anche con le date!!!

Ok entro il 23 mi disintegro da sola

Io comunque mi preparo...

Ma il ciccione sta facendo il segno delle 🤘????

muore, risorge, brevetta un nuovo tipo di mojito???

Ansia 😰

Cosa ci fa quello in fondo?

Qualcuno si sposa?

E ora son in fibrillazione.... che accadrà il 23 maggio? A 3 mesi esatti dal mio compleanno? 🤓🧐🤩

Quanto sei bello Gatto Morto.❤️😍😘😁

Tanto per capire chi comanda in casa

Sire è un messaggio subliminale? Tipo che il 23/05 si libererà del coso umano?

Agli ordini Sire, prostrazione di massa?

Il mio compleanno <3

+ View more comments

1 week ago

Gatto Morto

Storie, dalla pagina Instagram di ME MEDESIMO: www.instagram.com/gatto._.morto ... Vedi di piùVedi di meno

 

Commenta su Facebook

il CCCMP deve essersi cosparso di olio di salmone per farsi dare una testatina così affettuosa

Che fusolone però...😍

Sire, si sentono delle fusa!!!

Sua maestosità sublime 😍

CCMPC invece di cazzeggiare servi il Sire.... subito!

Sei troppo bello Gatto Morto.😂❤️😘

Amore..come fuseggia❤

Cotanta beltà commuove 😍

Povero skiavo!!! Vicino a te è meno del nulla....

... quale onore per i tuoi umili skiavi, sire!

Sire...💗

Tanta bellezza in un solo sire non si era mai vista!

Ma quanto è figo lei sire!!!!

Maestà , siete regale anche nelle dimensioni 🙂 quanta bellezza !

Che bellissimo sovrano

+ View more comments

2 weeks ago

Gatto Morto

La hierbabuena si conserva meglio in comodi sacchettini verdi e poi, dopo averti dato un senso di orgasmo peloso, ti fa vedere tutto sfuocato.
#morto anzi #moribondo
... Vedi di piùVedi di meno

La hierbabuena si conserva meglio in comodi sacchettini verdi e poi, dopo averti dato un senso di orgasmo peloso, ti fa vedere tutto sfuocato.
#morto anzi #moribondo

 

Commenta su Facebook

Mario Contarini

"Sfuocato"...che lingua sarebbe?

C'hai stile pure sfuocato 😎

Verde per il giorno, rosa per la notte..... il mio fornitore sa il fatto suo.

GM, non tutti gli orgasmi sono uguali ma, purtroppo per te, questo è l'unico che puoi concederti....

L'orgasmo peloso mi manca... 🤔🧐

L’ORGASMO PELOSO

Segnaloh che la trogah fa male

Antonella 😂😂😂

Segnaloh alla Feltrinelli!!!!

Ma com’è che non muori più come una volta?

dai non è trogah, è un modo naturale di rilassarsi, più che il pusher hai un erborista naturista e il medico te la ha prescritta per la tua invalidità cronica data da forte nevrosi da vippite acuta che ti rende inerme, apatico scorbutico e pure zoppicante se troppo stressato. Puoi fartici addirittura dei cuscini, come quelli alla lavanda, altrimenti non dormi

Crepa

#drogattoh

ho imparato da Lei mio Sire, anch'io metto la hierbabuena in un sacchettino di stoffa... poi i miei padroni girano con occhi pallati, ma sembrano proprio felici

Prostrazione in atto.

+ View more comments

2 weeks ago

Gatto Morto

NEL GRUPPO ACCADONO ANCHE ACCOPPIAMENTI POCO NATURALI CHE PRODUCONO CUCCIOLI CHE DIVENTANO NUOVI PERSONAGGI DI UNA SAGA DESTINATA A DURARE PER LUUUUNGO TEMPO.
#adopentez
--> Un #chemmefrega è per sempreQuando non puoi fare er dittatore, devi inventarti altro.
... Vedi di piùVedi di meno

 

Commenta su Facebook

"Sire Non ho barole ❤️"

Scusate...guardate il post che mi è uscito sotto questo...io sto morendo dal ridere😂😂😂😂

È solo in questo gruppo che possono nascere serie semi-televisive e con nessuna divulgazione. Solo tra di noi ci capiamo e anche se non ci conosciamo di persona ci stimiamo e ci vogliamo bene. Grazie 🙏 maestà 👑 per avere creato questo piccolo angolo di Paradiso 💖🌹

Ma Ado sta per Adolf?!😂

È la reincarnazione di Groucho Marx, gli manca solo il sigaro

Ado superstar

Fantastico😁😁😍

Mi sembra una appropriazione indebita l'uso del nome di gatto morto. Non mi piace

Marina, Martina guardatele tutte fino alla fine! #ado

Maestà, io gli consegnerei la Polonia per non avere guai. 😮

Amore bello

Uno, nessuno, centomila Ado🤣🤣🤣🤣

Maestade,questo le ruberà la scena! Ossequi

Grazieeee ❤️❤️❤️❤️

Ado for president!

Buona sera sono appena entrata nel vostro gruppo.....ma il gatto come fa ad essere morto se ha 7 vite??????😁

Ado controfigura di E.T. è il sogno di una notte di mezza primavera 😜

Nel mio quartiere c'è un gatto simile ad Ado nominato "il gatto coi capelli", Ado qua sarebbe il gatto coi capelli e i baffi, top del top 😂😂

Splendido ❤️

OMMAMMA CHE MERAVIGLIA!

Questi fanno quasi più ridere di voi GM... e pulisci sottocoda. Stupendi😂😂😂 che sagoma di gatto. "Ado fa cose"... pazzeschi.

😊😊😂😂❤❤

+ View more comments

2 weeks ago

Gatto Morto

Il gruppo un#chemmefregaèpersempre è una sorta di miracolo. Si parla di gatti ma si parla di sé, con verità. E siccome più si è e più si muore, siccome siamo una famiglia numerosissima, ci si ride comunque sopra, sulla morte. Perché la vita tanto o è così o non è niente.
Poi capita che una storia sia misteriosamente più forte delle altre altre e che diventi LA STORIA. E così le sorti del piccolo Pisolo hanno risvegliato tutte le nostre emozioni: la tenerezza, la paura, la speranza, la gioia, la determinazione, la disperazione, la rassegnazione, il dolore e la pietà.
Mai la solitudine.
Mai.
.
Pisolo è morto.
Evviva Pisolo.
... Vedi di piùVedi di meno

Il gruppo un#chemmefregaèpersempre è una sorta di miracolo. Si parla di gatti ma si parla di sé, con verità. E siccome più si è e più si muore, siccome siamo una famiglia numerosissima, ci si ride comunque sopra, sulla morte. Perché la vita tanto o è così o non è niente. 
Poi capita che una storia sia misteriosamente più forte delle altre altre e che diventi LA STORIA. E così le sorti del piccolo Pisolo hanno risvegliato tutte le nostre emozioni: la tenerezza, la paura, la speranza, la gioia, la determinazione, la disperazione, la rassegnazione, il dolore e la pietà. 
Mai la solitudine. 
Mai.
.
Pisolo è morto.
Evviva Pisolo.

 

Commenta su Facebook

KREPATE TUTTI MALE

GM, è bello scoprire, anche se raramente, che anche tu hai dei sentimenti!!! Domani tornerai quello di sempre ma oggi ci hai commosso. Viva Pisolo e viva la fine della sue sofferenze....

Ogni tanto anche queste parole ci vogliono. Bravo che hai capito che era il momento e hai saputo dirle nel solito giusto modo 😘❤️

Tante code unite fanno un immenso cuore che batte. ❤️

Grande Sire. Hai stile nel dire le cose anche quelle tristi! 🦄

Saluta la mia piccola, bella e sfortunata Pea 🖤

Da appena 2 mesi faccio parte del gruppo,ma sembra di farne parte da sempre...ho riso per tanti post,altri sono andata oltre,ho messo mi piace,cuori,ho commentato a volte....ieri sera mi è scesa anche una lacrima per Pisolo .... Ci sono cose che non si possono spiegare,questo gruppo è una di queste ... ❤ arrivederci Pisolo..

Hai proprio ragione: MAI LA SOLITUDINE. Perdere i ns pelosi è come perdere uno di famiglia, ma non sentirsi soli forse allevia un po’ il dolore. Evviva Pisolo ❤️

Vero...gioisco ogni volta che vedo i meravigliosi skiavi salvare padroni nati in difficoltà, sorrido difronte a foto davvero esilaranti ...e mi intristisco per ogni padrone che vola via. Ma poi penso a quanto amore hanno dato, quello puro, spontaneo , da chemmenefrega di voi...e dalla tristezza nasce il lieve sorriso della gioia più profonda. Ciao Pisolo caro

#jesuispisolo: grazie Sire! 😿 Adesso sul ponte c’è un micioangelo in più!

Ci sarebbe da fare un libro.

Grazie Sire❤ #jesuispisolo❤

Sire... lacrimo copiosamente! Per l’immensa tristezza per Pisolo, per l’immensa gioia di far parte di questa famiglia di pazzi, per te che sei unico! Vi voglio un mondo di bene! ❤️

È proprio così, sono le parole migliori che si potessero trovare❤️

Ciao dolce Pisolo, in alto tutte le code per te.

Che dispiacere per il piccolo Pisolo. Ce l'ha messa tutta è stato veramente un torello!!! E grazie Sire per i tuoi regali pensieri

Tesoro. Viva Pisolo ❤

Vedo solo ora il post! Ciao Pisolino...

mai la solitudine♡

Grazie Sire. Come sempre le sue parole ci fanno bene all’anima e rendono sopportabili anche i momenti più brutti! #jesuispisolo

+ View more comments

2 weeks ago

Gatto Morto

Che bel regalino da fare a un amico (morto).
Qui --> amzn.to/2VgPupK«Quando il tizio che pulisce la mia lettiera mi ha chiesto se poteva guardarmi mentre riposavo, e magari farmi anche delle foto, ho subito chiamato l’Enpa e ...
... Vedi di piùVedi di meno

Video image

 

Commenta su Facebook

❤️ Habemus

... devo procurarmelo immediatamente ...

celo.... 😉

3 weeks ago

Gatto Morto

Una volta ho incontrato Yoda, il Gran Maestro del Consiglio Jedi e probabilmente il più potente Cavaliere della storia dell'Ordine, e niente, sono morto. ... Vedi di piùVedi di meno

Una volta ho incontrato Yoda, il Gran Maestro del Consiglio Jedi e probabilmente il più potente Cavaliere della storia dellOrdine, e niente, sono morto.

 

Commenta su Facebook

Chi, lei?

un giusto ossequio al Grande Yoda. Muoritudine istantanea.

Io sto gatto lo amo....😻

Questo Yodino in comune con te solo le orecchie... Il vero Signore sei tu!!

Sire, beltà a mucchi voi avete. Unica soluzione di vita per me prostrarmi essere. La morte scorre potente in Voi.

Ma sei sempre morto morto cavoli 🤣🤣🤣😘

Giusto!

Sire..che la forza sia con te!

Yoda?? Mio !

e ti stava proprio lì

Oh stai attento che quello è uno potente!!!!!

Gatto Morto.... Il #chemme sia con te 👽

Morto tu sei.

No niente. Morire o vivere. Niente no!

Beh Sire Yoda è Yoda! Morire bene tu devi se regnare vuoi!! Ossequi sempre e comunque mio Sire

Ce l'ho Sire!

#perchétantoodio

Voi siete morto, Sire, ma di certo anche Yoda non si sente molto bene. È giusto che sappiate le sorti dei nemici!

Magia yedi fece.

+ View more comments

 

Commenta su Facebook

Questa è per intenditori

mah. nn ti ci vedo con la pialla mancando di pollicione

Sembra il culo di un castoro

stesso colore del ciuffo di DiBBa !!!!😂

Insieme a Di Battista 😂😂😂😉🤯

Sire, più che un falegname mi sembrate un Peppino 'o meccanico. Punti di vista, eh!

Come sempre ci mostra il lato migliore Sire 😂😂❤️

GM, pare che oggi sia di moda fare il falegname) come insegna un ex politico...). Però tu, non disponendo del pollice opponibile, dovrai stare molto attento perchè le seghe possono far male... La tipa del mare non può darti una mano (leggi zampa)????

E sei morto?

In India o in Guatemala?

Dai GM! 😂

Interessant...

Pensavo di edilizia acrobatika...

Si certo!!!

😂 io sono un po tarda.... cmq buona 'rasegata' 😄

Infatti sei tutt' uno con il parquet! ❤🐱

+ View more comments

3 weeks ago

Gatto Morto

Stamane verso le 6 mi sono accorto che una foglia dell'albero di fronte non era al suo posto e siccome le foglie sono bastarde e appena ti giri si muovono e così poi tu non capisci bene come fare, sono rimasto lì immobile a osservare, senza sbattere le palpebre ovviamente. È molto importante che qualcuno monitori la situazione. Qualcuno mi porta un Martini Dry? ... Vedi di piùVedi di meno

Stamane verso le 6 mi sono accorto che una foglia dellalbero di fronte non era al suo posto e siccome le foglie sono bastarde e appena ti giri si muovono e così poi tu non capisci bene come fare, sono rimasto lì immobile a osservare, senza sbattere le palpebre ovviamente. È molto importante che qualcuno monitori la situazione. Qualcuno mi porta un Martini Dry?

 

Commenta su Facebook

Subito! Vado ad indossare il grembiulino da cameriera che adorate e a scegliere l'ombrellino di carta perfetto. 88 olive seguiranno, Sire! *mi allontano senza dare le spalle*

certo,belezza viziata!!!!!!!!

Agitato non shakerato of course

Sei bellissimo ❤

geGNo..

Mescolato?

Sire, ma quanto siete bellooooo!!!!

Maledetteeee

Sire, ma quanto siete bellooooo!!!!

Bentornato sua maestà

Le foglie sono infide, Sire

Arrivoooo!

La figagine❤️

situazione alquanto drammatica, alla salute 🙀, aperigatto? 🥢

Sire, lei non ha le palpebre e x questa rivelazione io... Beh... Veda lei kosa fare.

Agitato non mescolato suppongo

On the rocks?

Super gattone, eccolo qua! 🎶🎶

Ti amo Gatto Morto.....

Bello da morir .... morto 😂

+ View more comments

4 weeks ago

Gatto Morto

Stavo cercando di verificare se quest'angolo fosse acuto od ottuso ma poi niente, sono morto. ... Vedi di piùVedi di meno

Stavo cercando di verificare se questangolo fosse acuto od ottuso ma poi niente, sono morto.

 

Commenta su Facebook

Quanta hierba. ?

invece era un angolo morto

angolo ottuto, anche noto come fottuto

Sire, la morte geometrica Vi fa ancora più bello. Mi prostro

Bentornato

E male 😱

Il GM geometra!

Sire, tutta quella pelliccia, una goduria senza parole... 😎 Pura libidine ad libitum 🤤🤤🤤

Qui serve il goniometlo.....dei putei.....

Palla di pelo ......ad angolo retto !!!😍

Anche io.

È ottuso, non capisce la fortuna che ha!

Non hai "retto"! 🤣🤣🤣❤🐱

Morto ad okki aperti. Ke stile. Ke eleganza. Ke gnokko.

Notare il rigor mortis delle zampe posteriori e l'occhio vacuo...

È un angolo peloso

La geometria ti piace da morire, vedo

Era un angologiro.. tanto che ti sei girato pure tu🤗

Ti adoro 💖💖💖💖💖💖💖

... e niente, sono una gatta morta

Sire, lei si adatta a qualsiasi angolo, lasci perdere la geometria!

Povera anima...e chiudetegli gli occhi almeno.... 😂😂😂

Vi comprendo Maestà, anche il mio skifoalieno ha grosse lacune con gli angoli.

Sire...la geometria è pericolosa... bacio i gommini e mi allontano in retromarcia...

Tuo skiavo dovrebbe darti lezioni di geometria!! E' retto, retto come il tuo culone...

+ View more comments

4 weeks ago

Gatto Morto

Loro non sono i buoni. ... Vedi di piùVedi di meno

Loro non sono i buoni.

 

Commenta su Facebook

Non avevo dubbi

Si vede...

E si vede!

Che ceffi pauraaa😂

Però, sai che noia, senza paperorri e topone!!

Quello a sinistra è un brutto ceffo, davvero..

Sire i paperotti hanno lo stesso sguardo di Sophia, devo preoccuparmi???!!!

Eh lo sappiamo!!!! 😱

E si vede.

Foto raccapricciante! GM, come puoi convivere con queste creature diaboliche??

Terrore puro.....

OMG sono tornati.... il ritratto dell’infidità!

i paperotti sono perikolosissimi

Paura da morire! 🐱🤣

Come nel film... il brutto, il brutto e il cattivo 😬

Fanno paurissima

Agghiacciante

Pauuuura😱😱😱

Cattivittimi

Gattone, mimetizzati.

I Nemici!!!

Sire 👑 , mi permetto: chiami rinforzi!!!

no, mai stati nel gruppo dei buoni 😃

+ View more comments

4 weeks ago

Gatto Morto

la Feltrinelli ha deposto Franz Kafka, Fabio Volo e IL CICCIONE CHE MI PULISCE IL CULO sullo stesso scaffale.
E questo n͟o͟n è un buon segno.
Clicca qui --> amzn.to/2ztB4cG
... Vedi di piùVedi di meno

la Feltrinelli ha deposto Franz Kafka, Fabio Volo e IL CICCIONE CHE MI PULISCE IL CULO sullo stesso scaffale.
E questo n͟o͟n è un buon segno.
Clicca qui --> amzn.to/2ztB4cG

 

Commenta su Facebook

Gatto Morto,oggi al tg3 regionale ho visto uno scrittore che raccontava di Umani e che assomigliava terribilmente al ciccione che ti pulisce il k. Puoi darmi delucidazioni, per favore, dato che sembrava tutto molto lodevole e interessante?

Solito scaffale con Kafka potrebbe essere accettabile , ma Fabio Volo ho dei dubbi.

Ti sei appropriato anche del lettino di Margherita?

Kafka e Fabio chi???😘😘

La vedo leggermente infastidita, Vostra Immensità

E chi è sto Kafka?

Uh signur...

Fabio volo è il peggiore del trio, sia chiaro!

no, non è un buon segno

Chemmefrega del tuo skiavo, penso a Margherita, vittima del tuo ennesimo esproprio dei suoi spazi!!

Tu intanto ti sei esposto su un bel comodo lettino 😂

Il ciccione si monterà la testa...toccherà fargli capire

Sire, ke dire, omaggi...💖💖💖

Gno Gno non va bene, questo lettino alieno è carino però

Sbaglio o intanto ti sei giustamente appropriato del letto dell'aliena??? Patti chiari: ciò che è tuo è tuo, ciò che è degli altri è tuo!

Ma nessuno dei competitor ha un testimonial come te!!! Irraggiungibile ed inimitabile

preparati che farai il bagnetto nei miliardi...

Ciao ti voglio bene gatto mi piace sono dalla parte tua se ti può risollevare. (Non so di che si tratta).

Complimenti a Sua Maestà 👑 e chi gli pulisce....

Fabio Volo NO

+ View more comments